Illegalità del decreto sulle startup innovative

Copyright Sindacato Sociale Notarile

start up impugnazione miseCome è noto il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), con suo Decreto del 17.02.2016, ha rivoluzionato la costituzione delle startup innovative, prevedendo la sola firma digitale, in base all’erroneo presupposto che essa possa sostituire i controlli di legalità previsti dalla legge nel sistema vigente.
Il Decreto, oltre ad essere l’espressione di una abnorme teoria di importazione anglosassone che sconvolge l’attuale sistema giuridico, determina anche una ulteriore sottrazione alla categoria dei notai di competenze professionali legate alla pubblica funzione e al connesso esercizio dei suoi doveri di tutela della legalità.
Il Sindacato Sociale Notarile è sensibile sia al ruolo centrale del Notariato come espressione di pubblica funzione, sia anche alle conseguenze dovute alla perdita di una competenza professionale, con gravissime prospettive anche per la tenuta del sistema pensionistico previdenziale.

L’impugnazione

Il Direttivo del SISN ha deliberato di impugnare il Decreto del Ministero in sede amministrativa, mediante ricorso al TAR, per poi sollevare, durante il giudizio amministrativo, anche la questione di costituzionalità del Decreto Ministeriale della norma principale.
Non c’è dubbio infatti che il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico è contrario alla Direttiva n. 2009/101/CE, del Parlamento europeo del 16.09.2009.
Si tratta di un’iniziativa importante che, ad avviso del Sindacato Sociale Notarile, non può essere tralasciata, per fare tutto quanto è possibile per la tutela della legge e degli interessi di categoria.
Sono stati contattati insigni avvocati per procedere con la massima celerità possibile, considerando l’imminente scadenza dei termini di impugnazione.

I fondi

Occorre quindi in tempi ristrettissimi provvedere a raccogliere i fondi necessari per i tre gradi di giudizio che, in assenza di analoga iniziativa del Consiglio Nazionale, il Sindacato Sociale Notarile provvederà ad assumere in proprio.
È stato aperto un conto specifico per raccogliere il fondo con il quale i colleghi che intendono contribuire potranno effettuare il versamento.
L’importo previsto è di euro 200, che invitiamo a versare sull’IBAN che viene riportato nel comunicato ufficiale in calce al presente scritto.
Vi preghiamo, nella compilazione del bonifico, di precisare che il beneficiario è il SISN, che la causale è “Impugnazione Decreto Ministeriale”, evidenziando il vostro nome, cognome, e sede notarile.

La redazione

start up

Lascia un commento